I IT I UK I

 

COR-TEN

 

ACCIAIO COR-TEN

L’acciaio Cor-Ten, grazie al processo di ossidazione che lo caratterizza, è considerato un materiale “vivo”, che può variare nel tempo, in tonalità e sfumature, a seconda della forma dell’oggetto, della posizione in cui viene installato e in funzione delle condizioni atmosferiche cui è sottoposto.

Per attivare la maturazione dell’acciaio Cor-Ten, utilizziamo un sistema di ossidazione naturale tramite agenti atmosferici. Su richiesta possiamo fornire i profilati in acciaio Cor-Ten pre-ossidati con una patina protettiva già formata artificialmente tramite processi di accelerazione. Il periodo medio in cui il naturale ciclo di maturazione del Cor-Ten si “stabilizza”, donando al materiale una tonalità “testa di moro” tipica del Cor-Ten ossidato, è di circa 12/18 mesi in presenza di condizioni atmosferiche adeguate.

Durante tale fase di maturazione, il Cor-Ten può rilasciare perdite di ossido che potrebbero macchiare le superfici ove i manufatti sono posizionati se non trattato immediatamente: ciò è da considerarsi naturale e fisiologico nel comportamento del materiale. Si avverte inoltre che, in prossimità del mare, l’aggressione violenta dell’aria salina, può portare alla formazione di ossidi di colore e aspetto differenti da quelli normali, con conseguente variazione delle caratteristiche estetiche delle superfici, che però non altera la buona resistenza meccanica.

Le caratteristiche meccaniche e chimiche degli acciai Cor-Ten che utilizziamo è correttamente certificata come descritto nella norma EN 10025-5.

DRENAGGIO E PIEDINI REGOLABILI

Il fondo realizzato sempre in acciaio cor-ten è bullonato al corpo della fioriera contiene uno o più fori di drenaggio Ø 10 cm con saldata una rete microstirata che non permette la fuoriuscita dell'argilla espansa, negli angoli vi sono dei fori per l’alloggiamento dei piedini regolabili che da 0 cm si ottiene un’alzata di max. 5 cm (con piedino standard)per permettere l'allineamento anche su pavimentazioni sconnesse.

In alternativa si possono installare ruote in gomma vulcanizzata di varie misure e tenute per permettere una facile movimentazione.

 

COIBENTAZIONE

Sui lati delle fioriere viene applicato un pannello di espanso a cellule chiuse spessore 17 mm che permette di isolare le radici delle piante al contatto con la lamiera permettendo così di non danneggiarsi con eventuali agenti atmosferici estremi quali forte irraggiamento solare e ghiaccio

 

RIEMPIMENTO

Le fioriere Martin Design sono adatte al riempimento con terriccio universale prevedere uno strato di 3/4 cm di argilla espansa in grani porre sull’argilla il tessuto non tessuto o enkadrain e riempire la fioriera di terriccio.

 

ATTENZIONE 

Con le prime innaffiature potrebbe verificarsi un’azione sgradevole della terra sporca a contatto con l’acqua e rilasciare lo sporco contenuto in tutti i terricci universali con conseguenze sul pavimento circostante che, se non pulito immediatamente, andrà trattato poi con acido e spazzola

Per maggiori informazioni visita la nostra pagina blog

fioriere-martin-design.blogspot.it